In  data 31 luglio è stata inaugurata nei locali della Cisl di Arezzo la mostra “Tra cielo e terra” ultima tappa di un percorso iniziato sei anni fa  con un gruppo di persone che frequentano il centro diurno Helios e utilizzano la fotografia come tecnica di comunicazione.

Tale percorso è nato con l’intento di sperimentare l’uso dello strumento fotografico come mezzo espressivo-comunicativo e offrire ai partecipanti una possibilità del tutto nuova di manifestare la propria visione del mondo, rappresentandolo dal proprio punto di vista. L’obiettivo era far loro scoprire un modo diverso di raccontare e comunicare emozioni per renderli maggiormente consapevoli della realtà che li circonda, dei propri modi di essere, delle proprie abilità e potenzialità. Le fotografie sono così diventate un mezzo per comunicare e manifestarsi, uno strumento facilitatore che ha consentito di dar voce a un mondo interiore molto difficile da esprimere con la comunicazione verbale. In questo caso poter disporre di un tale mezzo espressivo è come possedere un vocabolario ricco di parole con cui si può illustrare, raccontare una storia, trasmettere un messaggio, comunicare un’emozione, suscitare un ricordo.

Il percorso ha consentito di accrescere il patrimonio di stimoli e risorse a disposizione dei partecipanti, ottenendo così un rafforzamento emotivo del sé, attraverso l’aumento dell’autostima, lo sviluppo della creatività e la capacità di scelta.

In linea con gli obiettivi che questi eventi mirano a realizzare, la CISL di Arezzo ha proposto di allestire gli spazi interni  della propria sede con una selezione mirata di scatti appartenenti alle varie mostre succedute nel corso dei sei anni di attività del gruppo dei fotografi di Helios.  La mostra permanente diventa dunque un’opportunità per far conoscere il progetto ai cittadini che quotidianamente frequentano i locali e si avvalgono della consulenza  del Caf Cisl, un’occasione per valorizzare la diversità, condividere attraverso gli scatti storie personali comuni, mettere in evidenza determinate tematiche con il fine di farle conoscere alla comunità, per creare avvicinamento e ridurre qualsiasi distanza. Lo spazio della mostra nei locali della Cisl diventa un luogo di incontro all’interno del quale è possibile conoscere e riconoscere l’Altro come parte di sé, delle mille sfaccettature dell’essere umano che condivide uno spazio comune nel mondo, permettendo attraverso l’elaborato artistico di far entrare in relazione gli autori con i fruitori.

La collaborazione appena avviata prevede l’intervento della Cisl in qualità di sponsor nella prossima mostra fotografica personale del gruppo Helios e la donazione di due macchine fotografiche nuove per la realizzazione degli scatti.